Corrado Augias a Sergio D’Elia durante la trasmissione “Le storie” del 18 maggio 2007:

«Io c’ho una sola obiezione da fare; il suo discorso è impeccabile, lei è una persona e un cittadino intege… ehhh… ha pagato, integro, c’ha gli stessi diritti di chiunque di noi qua dentro, ma con un limite che io vedo: la vorrei vedere anche deputato, ma non segretario di una, di una… perché è un ruolo di spicco, lei io credo, guar…, scusi faccia finire. Io credo che chi ha sbagliato in misura grave, come lei ha fatto, dovrebbe essere più umile, sempre».

Capisco: i ruoli di spicco, a quanto pare, sono riservati a chi le proprie condanne non le ha mai scontate.

Advertisements