Eugenia Roccella sul Secolo d’Italia:

«I Dico, così come la biotecnologia, introducono una “rottura” tra noi e noi, tra l’uomo e le sue radici».

Argomentazione apparentemente logora, quella delle radici, eppure ancora di gran moda.
E’ in base ad essa che sempre più spesso, nelle serate estive, qualcuno propone di andare tutti insieme a ballare la pizzica e la taranta, per riscoprire le comuni radici culturali e provare tutti insieme sensazioni di sconosciuto appagamento.

Sarà che ognuno ha le radici che ha, oppure, più probabilmente, quelle che si merita.

Io, da parte mia, continuo a guardare alle biotecnologie con interesse, a sostenere che le coppie di fatto dovrebbero avere gli stessi diritti delle altre, a declinare gli inviti estivi per la pizzica e per la taranta.

Ci vada la Roccella, a ballare scalza.

Io me ne sto a casa a sentire i Clash.

Advertisements