Clerical typo (reprise)

March 17, 2008

Allora, gente, pare che l’arcano sia stato svelato.
Facciamo un passo indietro: in un post di ieri rendevo conto del fatto che digitando nella barra del browser l’indirizzo del mio blog, e dimenticando la “s” di “blogspot”, veniva fuori un bel sito di apologetica biblica.
Non nascondo che per qualche minuto ho coltivato l’illusione di essere diventato tanto inviso agli integralisti da indurli a procurarsi una sorta di rendita parassitaria a mio carico: cercano di redimere ogni miscredente che viene da me, ho pensato, contando sul fatto che potrebbe sbagliare a scrivere l’indirizzo.
La realtà, come spesso accade, è invece assai diversa dall’immaginazione: così, si è scoperto che i nostri amici hanno attivato uno script (credo si dica così) che dirotta i navigatori sul loro sito ogni volta che digitano un nome compreso nel dominio “blogpot” (vale a dire il famoso “blogspot” senza la “s”), anche se quel dominio, in effetti, non esiste. Per verificarlo, è sufficiente digitare un pugno di lettere a caso, seguite dal dominio in questione, come ad esempio:

http://qazwsxedcrfv.blogpot.com

In buona sostanza, quindi, il meccanismo è il seguente: costoro si beccano non solo le visite di tutti quelli che vogliono venire da me (lo so, sono un egocentrico e ben mi sta), ma anche quelle di ogni persona che, cercando di accedere ad un blog qualsiasi di blogspot, ometta di scrivere la “esse” incriminata; perfino nel caso in cui, oltre a dimenticarsi quella lettera, sbagli a digitare anche il nome del blog.
Il che, in estrema sintesi, può tradursi così: prenditi tutto quello che puoi, anche se proviene da chi non ha la minima intenzione di dartelo.
Ebbene, io sarò uno che pensa sempre male, ma la cosa, debbo dirlo, mi ricorda in modo inquietante il meccanismo dell’otto per mille: ripassatevelo qua, e ditemi voi se il principio non è lo stesso.
O sbaglio?

Advertisements

Clerical typo

March 16, 2008

Il fenomeno è ormai noto a tutti: qualche furbacchione pensa a un sito web famoso, cambia una lettera del suo indirizzo con un’altra che le sta vicino sulla tastiera e registra il dominio così ottenuto; in questo modo, senza colpo ferire, potrà rubacchiare qualche accesso contando semplicemente sugli errori tipografici dei navigatori. Qualche esempio?
Se provate a digitare http://www.gacebook.com troverete un sito di incontri online, all’indirizzo http://www.toutube.com c’è un sito porno, mentre Flickr ha addirittura due parassiti speculari, http://www.flicjr.com e http://www.fliclr.com, che sono sostanzialmente mirror identici, uno da una parte e uno dall’altra della kappa.
Potete divertirvi quanto volete, facendo delle prove e cambiando semplicemente una lettera: in nove casi su dieci non resterete delusi.
Quello che ha scoperto questo genio qua, tuttavia, supera ogni più sfrenata fantasia: già, perché se provate a digitare http://metilparaben.blogpot.com (cioè lo stesso indirizzo di questo blog, tranne la “esse” di “blogspot”) viene fuori un meraviglioso sito di apologetica biblica.
Orbene, gente, sono consapevole del fatto che si tratta di una coincidenza: eppure, ve lo confesso, il pensiero che questi baciapile si agevolino degli errori di chi cerca i miei sproloqui da miscredente continua a frullarmi in testa.
Non c’è che dire, dovrei chiedere loro una royalty.

Non c’è niente da fare: ormai mi è impossibile lasciar trascorrere un fine settimana senza proporvi un nuovo sondaggio.
Stavolta si assegna il “Premio Ku Klux Klan” 2006/2007, per decidere quale sia il sito internet cattolico più integralista della rete: naturalmente vi esorto ad esprimervi numerosi, anticipandovi che i vincitori dei vari sondaggi, tra un po’, parteciperanno a un super-premio finale.
Votate, votate, votate!

Delazione

May 10, 2007

«Forse è più il messaggio che corre in Internet a preoccupare la Santa Sede che la definizione di ladroni data per obliquo alla Chiesa in Piazza San Giovanni». (Gianni Baget Bozzo)

Tanto per ingraziarmi i miei futuri inquisitori, voglio facilitare loro il compito: quando verranno a prendermi, la foto segnaletica la troveranno bell’e pronta.
E voialtri, amici dei blog, non sperate neanche per un istante che una volta dentro non faccia i vostri nomi.
Detesto il dolore fisico.

Sorpresa di mezzanotte

April 26, 2007

Il sito di Militia Christi è di nuovo online.
E io che pensavo di averlo perso per sempre…
Mai, mai, mai disperare.

Stasera dopo cena…

April 10, 2007

…debbo assolutamente leggermi uno per uno i fantastici speciali della Padania:

Chi si ferma è perduto

April 9, 2007

Intendiamoci, non che sia un dramma, soprattutto se considerate che più o meno si assomigliano tutti, o che magari riuscirete a ripescare gli arretrati usando qualche software peer-to-peer; sta di fatto, tuttavia, che nel tempo necessario a caricare la pagina e a leggere questo post (cui aggiungo qualche parola tra parentesi al solo scopo di rallentarvi artificialmente ancora qualche secondo) ne avete persi almeno due.

Apprendo dell’ennesimo pestaggio ripreso con un telefonino, e l’occasione mi è gradita (si fa per dire) per esprimere un pensiero che non avevo mai avuto modo di formulare con chiarezza.
Non conosco le cause scatenanti di simili violenze, né mi permetto di formulare al riguardo alcuna ipotesi personale, posto che sulla questione si accapigliano quotidianamente centinaia di esperti più o meno qualificati: mi sembra di poter affermare, tuttavia, che tra quelle cause non rientrino né i telefonini né internet, i quali, piuttosto, costituiscono i mezzi attraverso cui gli episodi in questione vengono alla luce.
Prima di scagliarmi contro i presunti effetti nefasti della tecnologia, quindi, rifletterei sulla circostanza che scambiare la causa con l’effetto non conduce mai a risultati lusinghieri: tantopiù che se internet e i telefonini non esistessero, di quelle violenze non si avrebbe la minima cognizione.

Ku Klux Klan (al cubo)

March 9, 2007

Anche stavolta me la sono cercata, non c’è che dire; riporto qui di seguito alcuni stralci del sito Come una Fonte, non senza domandarmi ancora una volta che differenza vi sia tra questa gente e quelli del Ku Klux Klan. Buon divertimento.

«I programmi luciferini per il “nuovo mondo” procedono spediti …ma restiamo saldi nella vera Fede, …prima o poi saranno schiacciati assieme alle menti perverse che li teorizzano e li applicano, …dalla Nostra Madre e Regina dell’universo».

«Nonostante questa visione terribilmente realistica e drammatica della situazione odierna, si può comunque affermare con sicurezza che un rimedio c’è contro l’avanzata musulmana e dobbiamo cercarlo nell’esempio di fede di coloro che sono riusciti ad allontanare l’Islam nei secoli scorsi. (…) Quella che forse si presenterà, infatti, non sarà solo una lotta fra gli uomini ma vedrà direttamente impegnate le potenze dei Cieli ed è per questo che dobbiamo far leva su mezzi spirituali, soprannaturali, vale a dire sul Santo Rosario e sulla Messa».

«Senza scrivere la parolina: “razze” (ancora presente nel vocabolario, nei libri di scienza e di antropologia) oggi tanto fuori moda e considerata alla stregua di una parolaccia, …mi limito a constatare che l’attuale immigrazione, cosiddetta clandestina, …la miscelatura ad oltranza, …senza freni, né regole …è tutt’altro che imprevedibile, …forse mi sbaglio, …ma il mescolamento di culture e stili di vita diversi …è in corso d’opera!»

«Oggi la figura della moglie viene sempre presentata come insuperbita regina della casa, del portafoglio, dei figli e …del marito, ridotto a sproposito dai moderni mezzi di disinformazione di massa, a povero “servo inutile” (…ma non in senso evangelico!).
E’ in atto, ed è ben lungi dal termine, un maldestro e ben articolato tentativo di sovvertire i ruoli ed il reciproco rispetto all’interno della famiglia, …e non solo!»

«I bambini (…futura generazione!), che crescono alla scuola perversa di personaggi di dubbia moralità, proposti con insistenza dai moderni strumenti di comunicazione di massa, …invece di apprendere dal Divin Maestro: Via, Verità e Vita!»

«Occorre anche l’educazione sessuale, ma deve essere impartita sotto la vigile responsabilità dei genitori. Possibilmente non si svolga in gruppi misti. E’ assolutamente indispensabile che sia accompagnata dall’educazione alla castità nella predicazione e catechesi e dalla direzione spirituale».

«Ed eccoci nell’epoca della contraddizione: colei che non riesce a concepire un figlio……ne vuole uno a tutti i costi, senza guardare in faccia a niente ed a nessuno, neppure agli altri figli che butterà via solo per averne uno tutto per sé».

«(L’omosessualità) è tutta una mastodontica montatura, tesa a normalizzare una problematica psico-comportamentale …che normale non è, poiché contro natura, contro il buon senso, contro il comune sentire, contro il comune senso del pudore, contro ogni moralità e Verità …stampata a fuoco nell’intimo di ogni uomo!
Ed anche se si arriverà artificiosamente al completo sdoganamento sociale e alla legalizzazione di tale condotta, …purtuttavia, …essa non sarà mai conforme al bene, al buono e al bello, …a cui l’animo umano anela!»

«Nel valutare i tatuaggi sotto la voce della ripugnanza guardiamo alla natura delle immagini, la dimensione e il numero dei tatuaggi e la loro localizzazione sul corpo. Nel valutare i piercings consideriamo allo stesso modo la loro estensione e localizzazione sul corpo».

«Girare in strada è un po’ come passeggiare per località balneari, come argutamente affermava un ragazzo della Comunità Cenacolo di Medjugorie, che al suo ritorno a casa, per un breve periodo di tempo, con occhi stupiti e cuore triste, non poté fare a meno di constatare, con quale acquisita e maligna disinvoltura si sfoggiano “abiti velati” ed ombelichi al vento sui marciapiedi delle nostre città».

«Perfino la classica pillola, assunta dalla donna con l’intento di impedire il concepimento, ha un effetto remoto ma assolutamente certo di carattere abortivo: una verità scomoda troppo spesso taciuta».