Onanismo di coscienza

April 28, 2008

Bisogna riconoscere che i nostri amici hanno una gran fantasia.
L’ultima trovata consiste nell’aspettare che una minorenne arrivi al pronto soccorso chiedendo la pillola del giorno dopo, e a quel punto divertirsi a negargliela, blaterando che per ottenerla dovrebbe presentarsi accompagnata dal padre.
Si tratta, ovviamente, di una fregnaccia in piena regola; la quale, tuttavia, è generalmente sufficiente a fare in modo che la malcapitata si metta a frignare e a scongiurare, fornendo al sadico di turno materiale in abbondanza per farsi le seghe per una settimana di seguito.
Si dà il caso, però, che non tutte le minorenni siano disponibili a farsi intimidire, e men che meno ad entrare nell’immaginario erotico di un medico ospedaliero qualsiasi; e che una diciassettenne di Francavilla, per niente rassegnata all’idea di lasciarsi mettere i piedi in faccia dall’onanista di turno, faccia un colpo di telefono alla locale cellula dell’Associazione Coscioni, ottenendo il duplice risultato di uscire dall’ospedale con la ricetta che le era dovuta, e di costringere chi gliela negava a soddisfare le proprie fantasie mediante l’acquisto di apposito materiale pornografico.
Oppure ad andarsene a nanna senza la pippa della buonanotte.

Advertisements

Outing

March 1, 2008

Di ritorno dal concerto dei Cure, su “corriere punto it” faccio una drammatica scoperta:
Santanchè
: «Non l’ho mai data per la carriera. In realtà io sono un uomo».

onde_road

* in nome alla par condicio

February 29, 2008

Io adoro Paola Binetti.
http://desaparecidos.ilcannocchiale.it

.

February 29, 2008

se si mettono vicine le foto di bush e di ahmadinejad si noterà una certa somiglianza: sono gli occhi, così vicini, e così lontani dal mondo altro, occhi di sonnambuli un po’ febbricitanti che a volte fanno pensare allo stolido, al visionario senza luce, all’autistico affaticato per troppa pigrizia. la sua ossessione per israele ricorda quella di hitler; le sue parole, in cui crede ma che usa come provocazione, fanno pensare a quei tizi che di notte in camera (anche mentre chattano magari) si raccontano le cose da soli e si applaudono, arresi al loro sonnambulismo. c’è un fatto: ahmadinejad avrà presto un dito sul pulsante di una bomba nucleare. è vero, bush ce l’ha da tempo, ma in u.s.a. le cose funzionano in altro modo che in iran, anche se c’è comunque da essere preoccupati. non so se il mondo finirà con una guerra nucleare o piuttosto una catastrofe naturale: alla fine credo siano la stessa cosa. che cosa si potrà rimpiangere oltre a bach, a shakespeare e al cinema dei coen? ogni iraniano che ha votato per ahmadinejad è responsabile quanto lui. allo stesso modo è responsabile chi fa il saluto fascista in uno stadio, o chi sostiene di voler difendere la vita ad ogni costo (vedi legge 194) muovendosi circonfuso del bagliore delle sue stesse nebulose parole non sapendo quello che dice. i sognatori sono la vera tara del mondo. non per il voto ad ahmadinejad ma perché alla radice del devastante metastatico male c’è un cretino con gli occhi vicini, e lontani. credo che anche la binetti, mi pare di sì, abbia gli occhi vicini.

adlimina (grazie a rip)

Padre: “E tu ci credi alla religione?”

Figlio: “Be’, diciamo che quando muoio e vado in paradiso lo chiedo al bisnonno,
se siamo davvero in paradiso o è solo un sogno; però c’è un problema”.

Padre: “Quale?”

Figlio: “Che non so se lo riconosco, perché in paradiso si ringiovanisce tutti un pochino”.

Padre: “Ma tu sei sicuro di questa cosa?”

Figlio: “Ma sii, lo sanno tutti, è ovvio no?”

Padre: “Be’, per il nonno non sarà un problema: da giovane era quasi uguale”.

Figlio: “Ma come lo sai, che non eri ancora nato?”

Padre: “Dai, ci sono le foto”.

Figlio: “Allora facciamo così: un po’ prima di morire controllo tutte le foto, così ce le ho presente”.

da Weissbach

Al posto della Berté

February 28, 2008


Potrebbe seriamente vincere Sanremo, altro che Frankie Hi-NRG!

Lameduck

Il “supercommissario” Gianni De Gennaro va a discutere del problema rifiuti con il cardinale Sepe.

Il cardinale Sepe ha già provato, in una seduta “straordinaria”, a far sciogliere il sangue di San Gennaro, convinto che se questo fosse successo, Napoli e provincia sarebbero riemerse dalle montagne di rifiuti.

Uno “stargate”, si sarebbe aperto creando un istantaneo collegamento spazio temporale con le “sfere celesti” e avrebbe inglobato le tonnellate di rifiuti che, dopo pochi attimi, sarebbero stati restituiti riciclati.

Allora Sepe avrebbe riposto l’ampolla con il sangue del santo e si sarebbe celebrato un giubileo lungo una vita.

San Gennaro avrebbe registrato così tanti nuovi elettori che si sarebbe assicurato per l’eternità il ministero celeste all’ambiente, e tanti nuovi soldati si sarebbero arruolati nell’esercito di santa madre chiesa, chiamata a “pulire” non più solo “anime sporche“, ma anche strade con monnezza.

Ma il santo, persona seria e, probabilmente, seccato del fatto che deve sottoporsi a salassi continui per sollazzare feticisti haemophili, non ha risposto all’appello.

Per cui, non riuscendo con San Gennaro, Sepe ci prova con De Gennaro.

De Gennaro, di rimando, solerte risponde all’appello e si reca nella curia a discutere di rifiuti e a preparare un esercito di sacerdoti, noti pastori di pecorelle smarrite pronte ad obbedire agli ordini.E pare anche che la cosa funzioni! Ma guarda!

Non ci sono riusciti leggi, decine di commissariati, decine e decine di milioni spesi a vuoto, a convincere la gente a “differenziare”.

Inefficace anche l’azione di tenaci ambientalisti e solerti imbonitori mediatici.Ora scende in campo Sepe che coinvolge parroci e fedeli e (udite, udite!) riesce ad ottenere anche garanzie dall’Asia, l’azienda di igiene urbana che doveva fornire i bidoni e garantire la raccolta.

Operazione, quest’ultima, disattesa da anni e che adesso, grazie alla “santa alleanza”, pare si accinga a partire.

Ci lascia perplessi non tanto l’intervento di Sepe in questa questione, ma quanto il fatto che De Gennaro, generale che ha a disposizione risorse umane ed economiche illimitate, vada da Sepe per (cito testualmente) : “ discutere con Sepe lo stato della crisi …per approntare insieme al cardinale eventuali ulteriori misure ed iniziative finalizzate al superamento della crisi attuale e soprattutto relative alla diffusione di una differente coscienza civica fra i partenopei”.

Meditate gente…meditate!!!

Eleonora Gitto
http://www.elegitto.blog.kataweb.it
gitto.eleonora@gmail.com

Il blog è antiveritativo

February 28, 2008

Giuliano Ferrara muore e in quanto ateo va all’inferno. Si mette in fila all’accettazione per essere smistato, e dopo qualche minuto è il suo turno.
Minosse lo guarda mezzo secondo e fa – “Golosi, terzo cerchio”.
– “Aspetti!” – risponde Ferrara – “sono così perché ho la sindrome di Klinefelter!”
– “Falsari, ottavo cerchio, decima bolgia” – dice Minosse.
– “No, un attimo! Ho proposto la moratoria sull’aborto! Ho sempre dato ragione al papa, gli ho baciato la mano!”
– “Ruffiani, prima bolgia”.
– “Aspetti, discutiamone!”
– “E’ sua l’espressione «futilità delle opinioni a confronto»?”
– “Bè, sì, ma…”
– “Ipocriti, sesta bolgia”.

Aioros

Ho il sospetto che sia l’unico caso in cui i cattolici non trovino ragioni per opporsi ad una cristianissima forma di eutanasia…..

VENEZUELA/ CARACAS, SEGUACI CHAVEZ OCCUPANO ARCIVESCOVADO

In anteprima la rassegna stampa dei quotidiani di domani:

-La Padania:
Calderoli: “Castrazione Chimica ai laicisti prima che sia troppo tardi”.
-Il Manifesto:
Adda venì Chavez
-Repubblica:
Scoppia la polemica anche in Italia. La Binetti:”La deriva laicista arriverà anche da noi, fuori i Radicali dall’Italia”. Pannella:”Catto clerico fascista e sfascista, io lo avevo detto sin dal divorzio loro lo sanno….”.
-Corriere della Sera:
La Chiesa sotto attacco attacca. I “cattolici” chiedono garanzie:”Fuori Veronesi e i Radicali dal PD”. Casini:”Tuteliamo la famiglia”.
-La Stampa:
Ferrara, Buttiglione, Volontè, Giovanardi e la Binetti occupano la sede del Partito Radicale:”Siamo laici ma non laicisti, chiediamo la moratoria delle occupazioni”.
-Il Giornale
Berlusconi:”Manderò Aida Yespica a negoziare con il mio amico Chavez, ma in Italia ci sono troppi comunisti, votate il PD”.
-L’Osservatore Romano:
Venezuela come l’Italia, il Papa:”La Chiesa non resterà in silenzio dinanzi a questa deriva relativista e laicista”.
-L’Avvenire:
Italia come il Venezuela, Ruini:”Lo Stato Italiano dichiari guerra al Venezuela”.
-L’Unità:
Veltroni cerca di mediare:”Serenamente, pacatamente il nostro nuovo partito è per la libertà di non occupare, ma anche per l’occupazione, l’impresa, i lavoratori, contro le tasse, per le tasse, votate il PDL”.
-Liberazione:
Diliberto: “Bush ne pagherà le conseguenze”.
-Libero:
Comunisti e culattoni occupano le nostre chiese. Ecco il “nuovo” partito di Veltroni.
-Il Secolo d’Italia:
Fini:”Tolleranza Zero, serve un giro di vite, intervenga l’esercito anche in Italia”.

by http://frontedellosdegno.ilcannocchiale.it/