Dal sito di Luca Volontè:

A dire il vero però, il nome di Gesù è stato abusato negli ultimi decenni molte altre volte, per servire a molti interessi. Vegetariano, ghiotto di Coca Cola, testimonial di uno spot di una celebre marca di Hi-Fi.
(…)
Anche la rockstar Madonna si affidò a Cristo per promuovere un suo recente spettacolo: sul palco comparve con una grossa corona di spine e si legò ad una croce. Cosa non si fa pur di vendere e riciclarsi.

Dalla Stampa di oggi:

Come Wanna Marchi, come il «mago» brasiliano Mario Pacheco Do Nascimento, e come le migliaia di persone che ogni giorno vendono amuleti contro il malocchio, filtri d’amore e i numeri giusti per sbancare il Lotto, un prete fiorentino è accusato dalla Procura di associazione a delinquere finalizzata alla truffa. E che truffa. Quasi uno spettacolo. Andato in replica decine e decine di volte per otto anni, dal 2000 al 2008. Ogni volta, il sacerdote radunava un po’ di gente, due preghiere e un qualche alleluja per fare un po’ d’atmosfera, poi ecco spuntare il complice, naturalmente in preda al demonio.
(…)
Peccato che tra il pubblico don Francesco individuasse sempre una o due persone – meglio se malate o afflitte da qualche problema esistenziale – su cui esercitare la sua arte di esorcista. Solito rito, nuovo spettacolo, e un sacco di soldi: 4 milioni di euro è la cifra transitata dai conti personali di don Bazzoffi.

E’ proprio vero, Onorevole Volontè.
Cosa non si fa…

Advertisements