Missione (quasi) compiuta

February 28, 2007

Il cerchio, come suol dirsi, si chiude.

Advertisements

Passaggi

February 28, 2007

Carlo Cardia su Avvenire: «La china fatale consisterebbe nel fatto che, accettando alcuni compromessi, inevitabilmente si giungerebbe poi ad abusi spaventosi da evitare comunque. Dalle unioni civili si passerebbe al matrimonio e alla adozione per coppie omosessuali. Dall’eutanasia moderata si passerebbe al suicidio assistito. Dalla fecondazione artificiale si passerebbe alla manipolazione degli embrioni».

Cardia non fa menzione del rischio di passare da un moderato vaneggiamento al delirio vero e proprio: rischio che, peraltro, nel caso di specie appare purtroppo non più evitabile.

Scavalcare il limite

February 28, 2007

Eugenia Roccella sul Giornale: «Benché gli esperti si affannino a ripeterci che gli ibridi serviranno solo a scopi di ricerca, e dunque saranno rapidamente distrutti per ricavarne linee cellulari, il dubbio è lecito: se davvero si riuscirà a produrre gli embrioni-chimera, non ci sarà qualche scienziato che vorrà impiantarli nell’utero di una donna o magari di una mucca? Non sarà inevitabile scavalcare il limite successivo, e andare avanti nella manipolazione della vita umana?»

Io, qua: «Benché gli esperti si affannino a ripeterci che la religione rappresenterà una libera scelta dell’individuo, e dunque i suoi divieti non potranno essere imposti a chi non vorrà accoglierli, il dubbio è lecito: se davvero si riuscirà a produrre la religione, non ci sarà qualche prete che vorrà costringere tutti a seguire quei precetti? Non sarà inevitabile scavalcare il limite successivo, e andare avanti nella mortificazione della vita umana?»

La spugna di Vendola

February 27, 2007

Niki Vendola sul possibile allargamento della maggioranza di governo: «Per il momento è l’Udc a chiamarsi fuori. Ma credo che presto possa determinarsi un’implosione di quello che oggi chiamiamo centrodestra. E con i settori del centrodestra che sono espressione di cultura democratica non possiamo perdere le comunicazioni».
Non appare inutile, a questo punto, fornire alcuni esempi della «cultura democratica» che Vendola attribuisce agli esponenti dell’Udc:

Rocco Buttiglione: «Perché da me si voleva un’altra cosa: una professione di fede sulla bontà morale dell’omosessualità. Questo significa esercitare una violenza sulla coscienza».
Luca Volontè: «Lo stesso Welby sa benissimo che le leggi dello stato italiano non consentono, se non attraverso il suicidio, di decidere personalmente di morire, quindi se lui ritiene di voler dare un taglio alla propria vita può suicidarsi con l’aiuto della moglie, ma questo non ha niente a che fare con la legalizzazione dell’eutanasia che è un omicidio sul quale la nostra cultura giuridica non può essere d’accordo».
Carlo Giovanardi: «La legislazione nazista e le idee di Hitler in Europa stanno riemergendo, per esempio in Olanda, attraverso l’eutanasia e il dibattito su come si possono uccidere i bambini affetti da patologie. Da noi un bambino malato viene curato, in Olanda invece viene ucciso».

Kahlil Gibran ebbe a scrivere: «L’anima di certa gente ricorda le lavagne di scuola sulle quali il tempo traccia segni, regole ed esempi che una spugna bagnata subito cancella».
Mi punge vaghezza che la spugna di Vendola sia zuppa d’acqua.

Gioco dell’oca clericale

February 26, 2007

Regole del gioco
Lanciare due dadi e avanzare di tante caselle quanto indicato dalla somma ottenuta: nelle caselle speciali seguire le istruzioni riportate qui di seguito.

5. Prodi toglie i Di.Co. dal programma del Governo ma dice che non è vero: andate indietro di 2 caselle.
6. Calderoli vi dà del cavallo di troia, e se siete femmina vi dà della troia senza cavallo: tornate al via.
9. La Gardini ha la vescica piena e non ce la fa proprio a farla se siete là che guardate: indietro di 3 caselle.
14. Livia Turco nutre profonde riserve su come siete assistiti in famiglia e vuole venirvi a trovare a tutti i costi: scappate indietro di 4 caselle.
18. Ruini vi accusa di disgregare la famiglia, senza specificare quale: tornate al via.
19. Cossiga vi denuncia per omicidio del consenziente: per non commettere un omicidio di dissenziente, tornate indietro di 2 caselle.
23. Luca Volontè apre bocca e sciorina cinque errori grammaticali nelle prime quattro parole: indietro di 3 caselle.
26. Ferrara minaccia di fare il vostro nome alla CIA: e voi, anche in ossequio alla rima, tornate al via.
27. Lozano Barragan biascica qualcosa sull’uso preservativo: nel tentativo di interpretare il suo accento alla Julio Iglesias, scivolate indietro di 5 caselle.
29. Marcello Pera tenta di spiegarvi il suo concetto di laicità: prima che sopraggiungano i conati, tornate indietro di 1 casella.
31. Giovanardi non apre bocca, ma basta guardarlo per tornare indietro di 6 caselle.
32. Rutelli vi accoglie gridando lo slogan “Sulla vita non si vota”: voi invece correte a votare sì, ripartendo dal via.
33. Luigi Bobba vuole assolutamente scrivervi una lettera in cui spiegarvi le ragioni per continuare a torturare ogni malato terminale: date un indirizzo falso e volate indietro di 3 caselle.
41. La Russa vi accusa di strumentalizzare i dadi, la pedina e l’intero gioco dell’oca, oca compresa: tornate indietro di 4 caselle a riflettere.
42. Buttiglione vi spiega le analogie tra omosessuali e pedofili: predete i sensi e vi ritrovate al via senza ricordare perché.
45. Cesa sorride, e tanto basta: atterriti, tornate indietro di 1 casella.
47. Fausto Bertinotti ci tiene a comunicarvi che si sente felice quando, a messa, scambia un segno di pace con il vicino di banco: il rinculo vi proietta indietro di 7 caselle.
50. Gasparri cerca di convincervi a colpi di crocifisso che il medesimo non deve essere rimosso dalle aule scolastiche e giudiziarie: malconci, andate indietro di 2 caselle.
52. Francesco Paolo Casavola apre bocca e vi fa rimpiangere Francesco D’Agostino: riflettendo sull’adagio secondo il quale il peggio non è mai morto, tornate al via.
53. Mastella promette battaglia nell’iter parlamentare sui Di.Co.: ricordandogli che quell’iter non avrà mai luogo, retrocedete cristianamente di 4 caselle.
54. Mantovano rileva il vostro desiderio di abrogare la legge 40 ma rilancia proponendo l’abrogazione della 194: storditi dai numeri, tornate indietro di 5 caselle.
55. D’Agostino vi accusa di adoperare scarsa delicatezza nell’affrontare il dolore umano: tornate al via in punta di piedi.
58. Paola Binetti vi ricorda che il gioco dell’oca non è nel programma del Governo, e quindi, oltre a non poter essere giocato, non può formare oggetto di fiction televisiva: indietro di 4 caselle.
59. Rosi Bindi sottolinea che nel programma dell’unione non è scritta la parola gioco dell’oca, ma la sigla Gi.Vo.Co. (Gioco con Volatile da Cortile): il risucchio della siglia vi spedisce indietro di 3 caselle.
64. Gianfranco Fini afferma che, poiché non siete capaci di intendere e volere, non potete lanciare i dadi, né soprattutto chiedere che qualcuno li lanci per vostro conto: inconsciamente, tornate al via.
68. Pedrizzi vi mena, senza tanti fronzoli: l’ultimo cazzotto vi fa scivolare indietro di 3 caselle.
71. Il Cardinal Bertone vi propone un ingaggio nella squadra di calcio del Vaticano: tornate indietro di 2 caselle per confessarvi e iniziare gli allenamenti.
72. Fassino vi assicura che il Governo non ha abbandonato il disegno di legge sulle unioni di fatto: l’improvvisa crescita del suo naso appuntito vi spinge vorticosamente all’indietro fino al via.
77. Andreotti vi spintona e vi fa cadere, aggiungendo immediatamente di non averlo fatto apposta: il ruzzolone vi manda indietro di 3 caselle.
81. La Carfagna vi accusa di sterilità costituzionale spingendovi indietro a colpi di reggiseno a balconcino: storditi, riparate 1 casella indietro.
82. Umberto Bossi vi ricorda l’importanza della famiglia rappresentata nel presepe, invitandovi nel contempo a interpretare la parte dell’asinello: rifiutate gentilmente, incamminandovi insieme ai pastorelli 4 caselle indietro.
86. Casini vi attacca un pippone su quanto sia stato doloroso separarsi dalla propria famiglia con radici cristiane, accusandovi nel contempo di voler distruggere quella degli altri: confusi, andate indietro di 1 casella.
89. Ratzinger sorride, ce l’avevate quasi fatta eh? Cristianamente, vi precipita con un anatema fino al via. Senza funerali religiosi.

Montaggio istituzionale

February 26, 2007

Sul web impazza la febbre dei «re-cut trailer»: si prendono le scene originali di un film famoso e le si rimontano in modo da cambiarne il senso.
Così può accadere che «Shining» diventi una commedia, che «Psycho» si tramuti in una tenera storia d’amore, che «Mary Poppins» assuma le sembianze di un horror.
Come non suggerire a Fassino e compagnia di rivolgersi a uno di quei maghi del montaggio? Chissà, magari riescono a trasformare le ultime vicende del governo in un film di un genere qualsiasi, purché meno patetico dell’originale.

Soluzioni strategiche

February 25, 2007

Fassino: «Dissidenti non votino contro».

Caspita, bastava così poco: che stupidi a non averci pensato prima…

Sigle

February 25, 2007

Marcello D’Orta, sul Giornale, ci delizia con la sua sottile ironia; parlando dell’Inclusion Project, nato nel Regno Unito per perseguire la tutela dei diritti degli omosessuali, sottolinea che la sigla LGTB (Lesbian, Gay, Transgender and Bisexual) a Napoli diventerebbe RFZ (Ricchioni, Femmenieli e Zòccole, con tanto di accento sulla o, perche D’Orta evidentemente è un tipo che ama la precisione).
Lascio a voi il compito il compito di comporre le sigle che la fantasia vi suggerisce, utilizzando la combinazione preferita delle parole Omofobo, Becero, Rivoltante, Squadrista, Coglione, e di tutte le altre che vi verranno in mente.
Buon divertimento.

Oltre al danno, la beffa

February 25, 2007

Il Papa inizia oggi una settimana di ritiro spirituale per la quaresima: sospenderà quindi le udienze e ascolterà ogni giorno tre meditazioni sul tema «Pensate alle cose di lassù, non a quelle della terra».
E adesso ditemi voi come si fa a non essere certi che il tema sia stato scelto apposta per prenderci per il culo.