Per decimare i radicali in Parlamento, Romano Prodi aveva aspettato le elezioni.
Veltroni ha completato l’operazione già un mese prima.
Questa sì che è politica ad alta velocità, altro che cazzi.

Advertisements