Il Sistema Sottile

February 25, 2008

In moltissime discipline indiane viene considerato un sistema energetico comprendenti chakras e nadis chiamato “sistema sottile”. Questo è uno schema molto antico che è stato scoperto dagli antichi rishi indiani durante le loro meditazioni. E’ singolare che ad ogni chakra corrisponde un plesso del sistema nervoso, e il numero di sotto plessi corrisponde al numero di “petali” di ogni chakra e che questo è stato scoperto senza l’aiuto della chirurgia.


Questi centri di energia (Chakra) e questi canali (Nadi) si prendono cura delle nostre dimensioni spirituali, mentali, emotive e fisiche. Oltre a questo, alla base delle colonna vertebrale, nell’osso sacro, risiede l’energia spirituale più sottile (Kundalini), che nella maggior parte degli esseri umani si trova in uno stato dormiente.
Il risveglio della Kundalini, o Realizzazione del Sé, è da sempre l’obiettivo di tutte le scuole di Yoga e di molte tradizioni spirituali. Questo evento ha luogo quando la Kundalini passa attraverso sei chakra e fuoriesce dall’osso della fontanella in cima alla testa, portando allo stato di Yoga, che significa unione. Si tratta di un processo vivente, che avviene in modo del tutto naturale e spontaneo, senza sforzi. Può essere verificato sotto forma di brezza fluisce dalla sommità della testa e dai palmi delle mani.
Tutti lo possono sentire e verificare su se stessi.
L’energia materna Kundalini, nella sua ascesa, nutre e purifica il nostro corpo sottile d’energia riportandolo in uno stato di buon funzionamento. I benefici si percepiscono sia a livello psichico ed emotivo che a livello fisico, con sensibili miglioramenti della nostra salute se questa disciplina viene praticata con regolarità ed una buona frequenza.

Giorgio

Advertisements