Censurato?

January 18, 2008

Casse accese, come sempre: anche stavolta il pezzo merita.
E mi raccomando, non fatevi il sangue troppo cattivo.

Advertisements
PROBLEMA

Il candidato consideri che i principali quotidiani online hanno deciso di presentare nel modo che segue il discorso preparato da Joseph Ratzinger per il suo intervento alla Sapienza:

Corriere della Sera:


La Repubblica:


La Stampa:

Il candidato consideri altresì che detto discorso, pubblicato integralmente da diversi giornali, contiene -tra gli altri- i seguenti passaggi:

Di fronte ad una ragione a-storica che cerca di autocostruirsi soltanto in una razionalità a-storica, la sapienza dell’umanità come tale – la sapienza delle grandi tradizioni religiose – è da valorizzare come realtà che non si può impunemente gettare nel cestino della storia delle idee.
(…)
Ma verità significa di più che sapere: la conoscenza della verità ha come scopo la conoscenza del bene.
(…)
Differenziandosi dalle filosofie neoplatoniche, in cui religione e filosofia erano inseparabilmente intrecciate, i Padri avevano presentato la fede cristiana come la vera filosofia, sottolineando anche che questa fede corrisponde alle esigenze della ragione in ricerca della verità.
(…)
Se però la ragione – sollecita della sua presunta purezza – diventa sorda al grande messaggio che le viene dalla fede cristiana e dalla sua sapienza, inaridisce come un albero le cui radici non raggiungono più le acque che gli danno vita.
(…)
Che cosa ha da fare o da dire il Papa nell’università?
Invitare sempre di nuovo la ragione a mettersi alla ricerca del vero, del bene, di Dio e, su questo cammino, sollecitarla a scorgere le utili luci sorte lungo la storia della fede cristiana e a percepire così Gesù Cristo come la Luce che illumina la storia ed aiuta a trovare la via verso il futuro.

Dica il candidato, alla luce di tali affermazioni da un lato, e del modo in cui sono state presentate dai giornali dall’altro, se sia davvero il Papa a doversi lamentare della censura.

Correggetemi se sbaglio, ma mi pare che abbiano dimenticato la parola “Radicali”.
Niente di nuovo, insomma.

name=”movie”/>

(Fabrizio De André, Recitativo, Tutti morimmo a stento, 1968)

A domanda risponde

December 15, 2007

Da un commento (anonimo) su questo blog:

Non si scherza sul papa

Ah, no?

dovete farla finita

Dobbiamo?

va bene la libertà

Grazie per la concessione…

ma non può essere permesso tutto

E ovviamente siete voi, a decidere cosa è permesso e cosa non lo è, sbaglio?

e questi vostri messaggi negativi sono dannosi

Mai come i suoi, anonimo. Mai come i suoi…

Identikit

May 11, 2007

Marino, che è un artista vero e non un cialtrone come me, ha deciso di provvedere in modo creativo alla sua delazione, mettendo a disposizione degli inquisitori il mio identikit.
Prima che sia diffuso da altri, lo pubblico io stesso, nella speranza che tale autodenuncia venga considerata dai miei aguzzini una circostanza attenuante.

Delazione

May 10, 2007

«Forse è più il messaggio che corre in Internet a preoccupare la Santa Sede che la definizione di ladroni data per obliquo alla Chiesa in Piazza San Giovanni». (Gianni Baget Bozzo)

Tanto per ingraziarmi i miei futuri inquisitori, voglio facilitare loro il compito: quando verranno a prendermi, la foto segnaletica la troveranno bell’e pronta.
E voialtri, amici dei blog, non sperate neanche per un istante che una volta dentro non faccia i vostri nomi.
Detesto il dolore fisico.

Censura bancaria

February 17, 2007

Al Festival di Berlino il film «Lost in Beijing» verrà censurato nella versione destinata al pubblico.

Ma chissà, forse il Corriere.it ci farà vedere qualche tetta di straforo, magari preceduta dalla pubblicità di una compagnia assicurativa…