Disobbedienza fiscale

June 5, 2007

La novità del giorno è che Silvio Berlusconi ha minacciato uno sciopero fiscale: niente da dire, se non avvisarlo -ora per allora- che questo genere di iniziative si intraprende pubblicamente: pertanto mi auguro, allorché la paventata misura venga adottata, che ogni scioperante, anziché nascondersi nel sottobosco dell’anonimato, si premuri di inviare all’Agenzia delle Entrate una raccomandata con avviso di ricevimento, comunicando formalmente che non è sua intenzione procedere al calcolo e alla liquidazione delle imposte dovute.
Le disobbedienze civili, dalle nostre parti, si fanno così.
Tutto il resto si chiama evasione fiscale, oppure, per farla breve, furto.

Advertisements