Eugenia Roccella sul Secolo d’Italia:

«I Dico, così come la biotecnologia, introducono una “rottura” tra noi e noi, tra l’uomo e le sue radici».

Argomentazione apparentemente logora, quella delle radici, eppure ancora di gran moda.
E’ in base ad essa che sempre più spesso, nelle serate estive, qualcuno propone di andare tutti insieme a ballare la pizzica e la taranta, per riscoprire le comuni radici culturali e provare tutti insieme sensazioni di sconosciuto appagamento.

Sarà che ognuno ha le radici che ha, oppure, più probabilmente, quelle che si merita.

Io, da parte mia, continuo a guardare alle biotecnologie con interesse, a sostenere che le coppie di fatto dovrebbero avere gli stessi diritti delle altre, a declinare gli inviti estivi per la pizzica e per la taranta.

Ci vada la Roccella, a ballare scalza.

Io me ne sto a casa a sentire i Clash.

Advertisements

Ripensamenti centristi

March 30, 2007

Dal Giornale di oggi, prima pagina:


Dal Giornale di oggi, pagina 3:


Che un elettore su dieci abbia cambiato idea a pagina 2?

Lapsus clericale

March 30, 2007

Monsignor Anfossi:

«Al limite noi rispondiamo che il nostro modo di intervenire difende una parte di popolazione da ingerenze che sono altrettanto violente e non democratiche».

Mi punge vaghezza che gli sia sfuggito un «altrettanto» di troppo.

Stanotte non ci dormo

March 29, 2007

Dal Corriere del 15 marzo 2007:

Interpellato sulla richiesta di asilo politico avanzata dall’ex ministro ceceno nei confronti dell’Italia, Prodi ha risposto: «Con il presidente russo non abbiamo parlato, ne vengo a conoscenza in questo momento».

Dal Corriere del 28 marzo 2007:

Non ha invece per ora detto nulla Romano Prodi: «Non ho letto la nota della Cei».

Chissà, magari non ha un’edicola sotto casa e gli viene difficile comprare il giornale…

Sproloqui clericali

March 27, 2007

Riccardo Pedrizzi sul Tempo:

«Come può, del resto, invocare diritti chi nega l’esistenza di una legge morale naturale assoluta e valida per tutti gli uomini, chi fa sua la filosofia dell’individualismo, del soggettivismo e dell’edonismo?»

Vale la pena, credo, di ricapitolare. Secondo Pedrizzi, per poter rivendicare un diritto occorrono i seguenti requisiti:

  • ammettere l’esistenza di una legge che sia:
  • morale;

  • naturale;

  • assoluta;

  • universale;

  • rifiutarsi di fare propri:
  • l’individualismo;

  • il soggettivismo;

  • l’edonismo.

Sempre che le mie difficoltà nel comprendere l’italiano non abbiano definitivamente preso il sopravvento, secondo il criterio proposto da Pedrizzi un omosessuale non sarebbe nella condizione di invocare un diritto. Un terrorista islamico, invece, sì.

Quando si dice che uno ha le idee chiare…

Barche e galere

March 27, 2007

Sarà che ognuno ha le proprie idee.

Fatto sta che se un politico decide di passare un fine settimana in barca tra coca e trans, per me restano affari suoi; mentre se uno che non è ancora stato condannato si taglia i polsi in carcere, allora sì, mi intristisco di brutto.

Chiunque sia il politico, chiunque sia il carcerato.

Piantatela

March 27, 2007

Ai titolisti del Corriere della Sera: passi la “sinistra radicale”, ma questo mi pare davvero troppo.

Metamorfosi clericale

March 26, 2007

L’inizio (Repubblica) è cordiale:

Poi, all’improvviso (La Stampa), un’ombra gli appare sul volto:
Il lieve turbamento (Il Giornale) si trasforma in evidente disappunto:Finché (Corriere della Sera) gli girano decisamente le palle:

Maschilismo editoriale

March 26, 2007

La vicenda si può sintetizzare nel modo che segue: lei lascia lui, lui si presenta sotto casa di lei e le chiede di tornare insieme, lei risponde di noi, lui va su di giri e la bacia con la forza, lei lo denuncia, la Cassazione lo condanna a un anno e due mesi per violenza sessuale.

Tutto regolare, direi: se si esclude l’ironia della Repubblica, che riferisce l’accaduto parlando di una «sentenza choc» che «farà discutere» per la sua motivazione «davvero speciale».

E poi c’è chi ancora si ostina a dire che il maschilismo sarebbe acqua passata.