Sesso, prolusioni e videotape

May 27, 2008

Dalla prolusione di Angelo Bagnasco, Presidente della CEI, ai lavori della 58ª Assemblea generale dei Vescovi italiani:

A proposito di media, non può sfuggirci il destino verso cui sta strutturalmente andando la televisione in tutta Europa, ossia la trasmutazione del sistema analogico a quello digitale.
(…)
Il rischio non remoto, dicono gli esperti, è che i nuovi spazi diventino appannaggio delle industrie pornografiche presenti sul piano internazionale.

Dal Corriere del 27 marzo 2008:

PIACENZA – Prima gli ha venduto un filmato porno, poi lo ha ripreso mentre lo guardava. Infine lo ha ricattato, chiedendogli soldi per non diffondere il video. Protagonisti un marocchino, venditore ambulante e clandestino, e un religioso piacentino.

Senza entrare nel merito, Eminenza: non sarebbe un buon metodo per mettere qualcuno dei vostri al riparo da sgradevoli sorprese?

Advertisements

7 Responses to “Sesso, prolusioni e videotape”

  1. Lesandro said

    Quasi lo ammiro. Le acrobazie dialettiche che è costretto a fare per infilare il padreterno nella politica italiana sono degne della migliore tradizione circense.

  2. mariuzzoweb said

    a proposito di media volevo segnalarti un articolo di monsignor bruno forte “to save,to convert,to justify” che sostiene che gli informatici hanno preso questi termini (salvare,convertire,giustificare) dalla bibbia…
    non puoi immaginarti che risate che mi sono fatto durante l’ora di religione oggi… da non crederci!
    ciao,un tuo appassionato lettore
    Mario

  3. Anonymous said

    Beh ma la chiesa cattolica ha ragione a dire che poi sul digitale ci finisce il porno, d’altronde anche loro sono maestri in questo : http://www.osservatoriobalcani.org/article/articleview/8793/1/50/

  4. Anonymous said

    stai facendo confusione in modo fazioso d’altronde questo è un blog fazioso e poco obiettivo

    i vescovi fanno riferimento ad un problema generale che è INNEGABILE, o forse sei d’accordo che i bambini vedano i film porno? se tu avessi dei figli capiresti che si tratta di un problema anche per chi non è credente.
    invece poi riporti un caso particolare ma che c’entra? sai bene che le perversioni stanno ovunque e probabilmente più ci sono in mezzo a chi non ha la guida della fede

  5. Anonymous said

    su questo sito c’è solo una diffamazione continua e ossessiva di gente di chiesa che lavora per il bene del prossimo
    ma perche siete siete ossessionati dai preti? ? parlar male del papa per te è un chiodo fisso
    sempre e solo insulti!

    ora basta!
    basta!

  6. Metilparaben said

    @Anonimo1-> Ne ho due, di figli. I quali, ovviamente, non guardano i film porno, essendo due bambini. Non mi pareva, però, che Bagnasco parlasse a beneficio dei minori, ma in nome della moralità generale: in tal caso, sarebbe bene che si facesse i cazzi suoi. I genitori di questo paese sanno benissimo quando è ora di mandare i figli a letto, senza l’aiuto di un tizio spocchioso mascherato di rosso.

    @Anonimo2-> Da queste parti quando basta lo decido io. Se non ti va bene, vattene pure a ronzare da un’altra parte.

  7. Anonymous said

    Grande, come sempre, Alessandro. La risposta a quel deficiente di anonimo è perfetta. Posso andare oltre: ma chi l’ha detto che guardare sesso è perversione, come la definisce l’anonimo? Hanno trasformato, quelli di Chiesa, la cosa più naturale e credo ancora più bella del mondo (il sesso, anche guardarlo sì: che c’è di male? O si vuole sostenere che – come tutti i gay sono pedofili – che chi guarda sesso poi violenta le donne? Arriveranno a dire anche questa?) beh, l’hanno trasformata nella cosa più sporca del mondo: questo è successo nei due milleni di storia cristiana… I pervertiti, vietando e vietando, li hanno creati loro… Hanno reso persone infelici, altro che operare per il bene del mondo, ‘sti pretacci… Ma poi che ne sanno loro, di sesso? Quello che fanno di nascosto, con se stessi o con qualche bombetto/a? Eh già parlano loro che dovrebbero essere per l’astensione sessuale… Ma poi, ancora: sono più “naturali” loro, che si autoimpongono la castità, o noi che il sesso lo facciamo e che quando ci diventa duro siamo contenti?? E, infine: non è molto triste (e significativo) che la Chiesa e i suoi “accoliti” difendano la Chiesa stessa dicendo oramai soltanto “fa del bene al mondo”… Notalo, Ale: non sanno dire altro… Visto che ormai in molti hanno scoperto che quelli di Chiesa, nei millenni, si sono soprattutto fatti i cazzi propri (cioè, i propri interessi), ora ci dicono che sono i benefattori dell’umanità (Sgarbi, ecc.). Beh, come una associazione Onlus qualunque… come un’associazione laica di volontariato qualunque… Nelle stupidaggini che ci hanno detto per millenni (dogmi, storielline, ecc.) non credono più neanche loro… Sono finiti, sono almeno all’inizio della fine, e non se ne sono neanche accorti… Vedrai, Ale, arriverà un mondo senza male, almeno quello della religione… Prosit. Fabius. PS Se ai tuoi figli non fai vedere scene di sesso, Ale, capisco: ma ricordati che lo fai perchè in questo schifo di cultura da cui siamo pervasi il sesso è considerato male… e questo ovviamente non da oggi… Per cui, poi, credi che ne possano essere turbati…

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: