Nel nome del padre

May 14, 2008

Assuntina Morresi su Avvenire:

Consentire a coppie lesbiche l’accesso alla procreazione in vitro, invece, significa cancellare il padre, con tutto quello che ne consegue sul piano simbolico e concreto.

Non si può negare che “concreto”, in certi casi, sia la parola giusta.

Advertisements

3 Responses to “Nel nome del padre”

  1. Augusto said

    Ma scusate, come si puó pensare di impedire ad una omosessuale di avere un figlio?
    Se VERAMENTE lo vuole bastano 5 dico 5 minuti di schifo (eventualmente) ed il gioco é (naturalmente) fatto.
    Con buona pace dei catto fondamentalisti.

  2. raser said

    probabilmente fosse stato gay non si sarebbe costituito…

  3. rip said

    Memorabile – e immortalato – il lancio in homepage del corriere:
    “Austria, stermina la famiglia a colpi di accetta – video”.
    Gulp

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: