Clerical typo

March 16, 2008

Il fenomeno è ormai noto a tutti: qualche furbacchione pensa a un sito web famoso, cambia una lettera del suo indirizzo con un’altra che le sta vicino sulla tastiera e registra il dominio così ottenuto; in questo modo, senza colpo ferire, potrà rubacchiare qualche accesso contando semplicemente sugli errori tipografici dei navigatori. Qualche esempio?
Se provate a digitare http://www.gacebook.com troverete un sito di incontri online, all’indirizzo http://www.toutube.com c’è un sito porno, mentre Flickr ha addirittura due parassiti speculari, http://www.flicjr.com e http://www.fliclr.com, che sono sostanzialmente mirror identici, uno da una parte e uno dall’altra della kappa.
Potete divertirvi quanto volete, facendo delle prove e cambiando semplicemente una lettera: in nove casi su dieci non resterete delusi.
Quello che ha scoperto questo genio qua, tuttavia, supera ogni più sfrenata fantasia: già, perché se provate a digitare http://metilparaben.blogpot.com (cioè lo stesso indirizzo di questo blog, tranne la “esse” di “blogspot”) viene fuori un meraviglioso sito di apologetica biblica.
Orbene, gente, sono consapevole del fatto che si tratta di una coincidenza: eppure, ve lo confesso, il pensiero che questi baciapile si agevolino degli errori di chi cerca i miei sproloqui da miscredente continua a frullarmi in testa.
Non c’è che dire, dovrei chiedere loro una royalty.

11 Responses to “Clerical typo”

  1. Mario said

    bella questa!
    davvero una bella coincidenza!

  2. Antani said

    Siccome sono rompiballe, mi son tolto qualche curiosità. Il registrante del dominio è tal:

    Doug Powell (DME)
    PO Box 10142
    St Petersburg, FL 33733
    US

    Visto che a digitare www invece di metilparaben si arriva alla stessa pagina, beh, più fatto apposta di così direi che si muore (e speriamo che il caro Doug…).

  3. Antani said

    ‘proposito, questo è sempre lui.

  4. Eugenia said

    Cose davvero da pazzi!

  5. aleG said

    Pensa qual’è il livello di malafede degli integralisti religiosi.

  6. Carmelo said

    Diamine!
    Queste sono cose davvero gravi… :-O

  7. Anonymous said

    Si chiama mislittering
    provate anche trenittalia.it (2 “t”)
    e liero.it (o qualcosa del genere
    vi ritroverete su un sito di “studentesse” !

    io ci ho perso il posto di lavoro xchè LA titolare dell’ufficio si era convinta che anndassi su siti porno da SUO computer invece il mislittering lo aveva fatto LEI !

  8. DSoM said

    funziona con qualsiasi 3° livello :

    http://asdf.blogpot.com/

    😉

  9. rip said

    Ma come si fa a sbalgiare digitando un indirzzo intrnt?

  10. ausim said

    Ha ragione DSoM. Il proprietario del dominio blogpot.com ha semplicemente impostato il DNS in maniera tale che qualunque hostname porti all’homepage del sito. Provare per credere:

    http://satanaegrande.blogpot.com/

  11. Psicologia-Mente said

    Ciao,
    curioso questo argomento.
    Per curiosità ho provato a digitare l’indirizzo del mio blog senza la “s” e…ragazzi sono anche io del club! 😀

    Non spendo neanche una parola riguardo alla tristezza di un metodo del genere per arricchirsi o per veicolare un messaggio…che deve essere veramente pregno e denso di significato per servirsi di questi mezzucci.

    Per tagliare la testa al toro basta accedere ai siti tramite motore di ricerca e si ovvia facilmente al problema; anche nell’altro caso fai arricchire qualcuno ma almeno questo qualcuno si impegna ad offrire un servizio valido. 😉

    Psicologica-Mente

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: