4+ .

March 3, 2008

Dal blog di Gabriella Carlucci:

Egregio Direttore, avrei fatto volentieri a meno di scrivere, ma, dirigendo lei un organo di stampa comunista [così è bruttino: sarebbe stato meglio dire “poiché Ella dirige un organo di stampa comunista”], è [sarebbe stato più appropriato, al posto di “è”, utilizzare “ritengo”, tanto per accordarlo con il soggetto della principale] doveroso ristabilire da subito alcune verità (materia che, insieme alla libertà, storicamente masticate poco [“materia” è singolare, mentre il “verità” che precede è plurale; forse sarebbe stato più opportuno esplicitare il passaggio con una frase del tipo “la verità, così come la libertà, è un concetto che storicamente masticate poco”], o meglio lo fate come vi pare [anche questo passaggio è bruttarello: che ne diresti di chiudere sinteticamente limitandoti ad un semplice “poco e male”?]).
Dunque [ohibò! Non si inizia una frase con “dunque”! Errore rosso vermiglio!]: di Sanremo ne ho condotti due (1988 e 1990) [la frase è un tantino involuta: che ne diresti di “Ho condotto Sanremo nel 1988 e nel 1990”?]; non sono una soubrette [virgola!] ma una conduttrice televisiva; quando pargheggio [quando pargheggi cosa? La magghina?] in divieto di sosta pago le multe [spero che intendessi “la multa”, singolare, a meno che dalle tue parti non lascino due o tre multe per la stessa infrazione]; non ho mai, ripeto mai, in vita mia [sarebbe stato meglio piazzarlo all’inizio della frase, questo “in vita mia”: qua dà fastidio e rende il periodo pesantuccio] provocato incidenti transitando su corsie preferenziali e tantomeno parlando al telefono[volevi dire “né”, vero?] , [qua avrei messo un punto e virgola: ogni tanto si deve pure prendere fiato, no?] figurarsi, poi, fuggire; infine [virgola, perbacco, virgola!] non presiedo nessuna [“non presiedo nessuna” è una doppia negazione: volevi dire “alcuna”, giusto?] Commissione alla Camera dei Deputati. Insomma [virgola, cazzarola!] non ne avete azzecata una: complimenti. Ma, [ecco, lo vedi? Qua la virgola non c’entra, e tu ce la metti. Lo fai apposta? Di’ la verità!] i complimenti più sinceri li meritate quando voi [perché ripetere il soggetto? Si capiva che parlavi di loro, non trovi?], orgogliosi eredi degli oppressori di mezza Europa, insinuate che io possa essere una talpa eterodiretta. Ma di che parlate! [Punto interrogativo: è una domanda, o sbaglio?] In ogni caso [virgola! Eccheccazzo, virgola!] siccome non è questo il problema [a dire il vero non è che si sia capito bene quale sia, ‘sto problema: cerca di essere più chiara], vi confermo quello che ho gia [e l’accento sulla “a”? L’ha mangiato il gatto?] ripetutamente detto e scritto: uno che impedisce ad un altro di parlare è un fascista (anche se in Cambogia, Cuba, Cecoslovacchia e dintorni, erano [chi “erano”? qual è il soggetto?] all’ombra della falce e martello), e in una Repubblica Democratica è pienamente legittimato [chi è che è legittimato? Quello che impedisce, cioè il fascista? Non credo; casomai, quello che vuole parlare; però, in tal caso, occorre esplicitarlo, altrimenti non si capisce] a dire e fare, quanto al rappresentare … [be’? Quanto al reppresentare, cosa?]
Questo è un linguaggio che capite? [Direi di no. Io, per conto mio, non ho capito una parola]
Bene, perchè il problema è tutto lì. [Ecco: già capire dov’è sarebbe qualcosina]
Grazie per l’attenzione. [Altro che attenzione. Una fatica improba, direi]

Quasi quasi tolgo anche il + del titolo…

Advertisements

28 Responses to “4+ .”

  1. poverobucharin said

    Ho utilizzato, citandoti, il terribile articolo de l’avvenire.
    Spero non ti dispiaccia.

  2. LOREANNE said

    straordinario!

  3. Eugenia said

    Ah, bene..bene -fu- -è- -è stata- voleva essere chiara, eh si ;-))
    ( ma che ha scritto??????)

  4. Nicola Andrucci said

    è analfabeta

  5. Il professore di italiano said

    A te che fai tanto il brillante, ricordo che dove hai scritto “dì” ci va invece “di'” cioè con apostrofo e non con accento, in quanto elisione di “dici”.

  6. rossana said

    mi ricordi vagamente il mio prof di latino.
    Correggendo una mia versione aveva scritto:” Peggio che andar di notte!”.
    Mi sono divertita un sacco a leggere questo post 🙂

  7. darkzero said

    il professore di italiano ha detto:


    A te che fai tanto il brillante, ricordo che dove hai scritto “dì” ci va invece “di'” cioè con apostrofo e non con accento, in quanto elisione di “dici”.

    Il professore di Italiano(perché “Italiano” si scrive con la maiuscola, in quanto nome proprio di lingua) non se la prenderà, spero, se aggiungo che nel passaggio riportato qui sopra occorre la seguente correzione:

    […] dove hai scritto “dì” ci va invece “di'”[virgola!] cioè con apostrofo e non con accento […]

    Ritengo, inoltre, che la frase sarebbe stata un po’ meno contorta se scritta come segue:

    […] ricordo che si scrive “di'” e non “dì”, […] .

    Giusto per mettere i puntini sulle i – ma solo quelle minuscole.

  8. Anonymous said

    Bisognerebbe sapere se la Carlucci ,come si suol dire,” ha le scuole” !
    P.S. Quale era il problema che la ha resa così agitata ? Dopo aver attentamente letto tutto, per me è rimasto un mistero!

  9. Anonymous said

    Per carità… ma chi cel’ha mandata a questa? Opss… qualcuno l’ha votata! Complimenti per il post. Fa proprio ridere.

  10. fabio said

    A professo’…..io ‘sto dì che dici nun l’ho trovato. ma che sta’ a ddi’?

  11. Metilparaben said

    L’ho corretto: quando una critica è giusta è giusta…

  12. Anonymous said

    Quanta offesa per la vostra immane cultura. Certo siete abituati a sentire la FrancaRame o le magnacciate di Rudelli e via boiando,per non dire dei comoagni insegnanti post sessantottini che hanno rovinato l’italia pe altri cinquant’anni.
    Provate a vedere in casa vostra, tra le tante geniali donne che riuscite ad esprimere; ci sarà qualche illeterata o qualcuna che noon sia moglie di un uomo dell’apparatnik ( e duqnue ha la scienza infusa), ? Beati voi; sempre i migliori, sapete tutto di tutto. Perchè la Turco, tolta la grazia, vi sembra molto a modo?
    E la Melandri, ficume a parte, che genio!!!!!!!!!!

  13. darkzero said

    @metil:

    La critica, difatto, era fondata: ma mi è parsa essere accompagnata da una puntina d’acidume.

  14. Anonymous said

    iih, ma quante ne cercate, in fondo lei ha la laurea in lingue e letterature straniere (fonte Camera dei Deputati) mica in lingua e letteratura italiana…

    Fabiana

  15. Il professore di italiano said

    italiano si scrive con la I minuscola. Fosse stata lingua inglese, d’accordo. Ma questa è lingua italiana.

  16. Bleek said

    Ribadisco…
    Ale… sposami….

  17. lupoAlberto said

    da vergognarsi, francamente, ma detiene costei il lato “A” uguale (se non peggio) al Lato “B”…!
    Riguardo poi alla laurea in lingue, si può facilmente immaginare come l’abbia conseguita… un fatto è certo: un caro amico e collega ora purtroppo non più fra noi… in quanto compaesano le “conosceva bene”, le sorelline, quando ancora erano giovincelle assai, ignote ai più oltre i confini della loro sagra paesana, e di belle (anzi bellissime!) speranze… ed ebbe ad illustrarmi un dì, in vena di confidenze piccanti e con abbondanza di dettagli, la natura degli “intrattenimenti sollazzevoli” da esse/loro “in gruppo” magno cum gaudio in paese preferiti… infine, concludendomi, mi confessò che ebbe a gradire, e non “in modica quantità” …!
    Complimentissimi per il blog, hai ampiamente meritato la targa “di.eci e lode”, bravo!
    lupoAlberto, http://www.sembrafacile.ilcannocchiale.it

  18. Anonymous said

    Concordo con il professore, italiano, va con la minuscola. Italian, italiano, English, inglese 🙂
    Simona

  19. Anonymous said

    Scusate mi è anche sfuggita una virgola di troppo 😛
    Simona

  20. info said

    O ma qui tutti professori? o topolini di biblioteca presi con la lente di ingrandimento a scovare errori di grammatica, o di battitura a volte, forse dovrese cogliere il concetto del post e non l Italiano…ho scritto bene con la HII maiuscola?
    Ma per piacere professori, non siamo a SQuola… con la Q!! ed ora tacciatemi come ignorante grazie.

  21. Anonymous said

    Nessuno vuole fare il professore o cercare il pelo nell’uovo, il problema è che se si muovono delle critiche bisogna anche assicurarsi che siano sensate e corrette.
    Simona

  22. emma said

    per essere sinceri 4 è anche troppo.
    dire fare baciare lettera testamento!
    senza alcuna virgola!
    per protesta!

  23. rip said

    Non è detto che la laurea in lingue preveda l’insegnamento di quella italiana. Siate buoni, con quella lì.

  24. Lesandro said

    la virgola e’ comunista. Il punto esclamativo e’ fascista. L’accento sulle tronche invece e’ radicale. Un po’ come la mortadella, il prosciutto crudo e la finocchiona.

  25. Finazio said

    Avrà frustato a sangue il bambino che gliel’ha scritta?

  26. Galatea said

    Vabbè, mi hai rubato il mestiere. Non ho fatto in tempo a commentare la lettera perchè ero a scuola, a fare recupero di grammatica ai miei alunni delle medie. Dopo aver letto questo, penso che li lascerò andare a casa. Neanche i più brocchi avrebbero mai scritto ‘na schifezza del genere.

  27. Anonymous said

    conduttrice ho ma di chè l’avete mai vista? se non sa scrivere credete che sappia parlare? forse come il suo caobastone finiamola CON QUESTE cARLUCCI ORMAI VECCHE E SORPASSATE

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: