Buona la prima

January 22, 2008

Si raccomanda di guardare il video prima di leggere il post.
Saluti.

Camillo Ruini, 17 gennaio 2008:

«Per di più, proprio questo triste episodio darà un forte contributo a comprendere che attaccare questo Papa non è giusto e neppure opportuno».

Clemente Mastella, 21 gennaio 2008:

«Per noi è un’esperienza finita, voteremo contro la fiducia. Si vada alle elezioni».

Roberto Calderoli, 21 gennaio 2008:

«Resta il fatto che, comunque, quella di Prodi e del suo governo non sembra tanto una sfiducia quanto una scomunica, una scomunica che sa tanto di Sapienza: del resto, si sa, con i santi non si scherza».

Advertisements

10 Responses to “Buona la prima”

  1. Nicola Andrucci said

    Art. 7.

    Lo Stato e la Chiesa cattolica sono, ciascuno nel proprio ordine, indipendenti e sovrani.
    I loro rapporti sono regolati dai Patti Lateranensi. Le modificazioni dei Patti accettate dalle due parti, non richiedono procedimento di revisione costituzionale.

    Questo è probabilmente (da sempre) l’articolo meno applicato della nostra Costituzione, causa le continue ingerenze Vaticane nel nostro Stato.

    Il Cardinale Bagnasco, l’erede di Ruini, ha definito l’Italia un paese sfilacciato, frammentato, a coriandoli, con un blocco dello slancio e della crescita economica (è un economista? non lo sapevo). Probabile che Berlusconi, oltre a Mastella, accoglierà nel suo partito pure Bagnasco (peccato per lui che i preti non possono candidarsi).

    Tra le altre cose, Bagnasco ha aggiunto che: “la famiglia è fondata sul matrimonio tra un uomo e una donna” e la Chiesa “si oppone alla regolamentazione per legge delle coppie di fatto”. Ecco, lo dica pure a Casini e Fini, quelli del Family Day, che di famiglie ne hanno due (oppure a Mele, che oltre alla famiglia ha pure le donnine). L’ipocrisia, in politica, come sempre la fa da padrona.
    Il discorso di Bagnasco è proseguito con un continuo attacco al governo italiano: rifiuti, incidenti sul lavoro, 194. La Chiesa non dovrebbe fare politica, invece si è palesemente schierata con il Centro Destra (che novità, la Chiesa è sempre stata un’istituzione di destra)

    Il prete di Ceppaloni, il paese di Mastella, durante l’omelia domenicale, ha attaccato i Giudici, rei di indagare sulla famiglia del compaesano, che tanto li ha aiutati…
    Domenica Mastella era in Piazza San Pietro a fare campagna elettorale.

    Ieri sera a Porta a Porta (In Italia la crisi di governo va in onda in Tv da Vespa), Mastella ha delirato per ore. Prima ha accusato i magistrati di Santa Maria Capua Vetere di avere provocato la crisi di governo (???) poi, incalzato dai giornalisti sulla fandonia che aveva appena detto, ha replicato che la maggioranza non c’era più, ma solo tre giorni prima aveva dato il suo appoggio al governo. Cosa è cambiato nel frattempo? Mastella ha farneticato qualche parola, senza senso.

    Il progetto ceppalonico è chiaro: Mastella da tempo lavorava per il salto del fosso, appena persa la sua poltrona, ha chiuso il cerchio. Checché ne dica, l’unica cosa veramente importante per lui, è il potere. Ha accusato i magistrati di indagare su di lui! A suo parere, il ministro della giustizia e consorte, non possono essere indagati.

    Questo è Mastella, sono curioso di vedere chi deciderà di accollarselo, alle prossime elezioni.

  2. mike58 said

    e chi vuoi che se lo accolli, se non il mentore di tutti gli indagati, colui pronto a promovuere leggi che calzino a pennello per risolvere questioni giudiziarie sia personali che di amici e portavoti vari …

  3. Anonymous said

    E chi ha detto che attaccare il vaticano non possa provocare reazioni ? Mastella vi va bene quando vota per il Prof. Soporifero ? Non vi va bene se cambia ? ma se prima era a dx non potevate dirgli che non era desiderato ??? Se vi serve vi mangiate la merda, cari tarati ideologici. Questo è il dato di fatto ! Quella messa in opera di questo governo di dilettanti non avrebbe mai retto un mese se i vostri politici non fossero stati altrettanto marci della destra: Il paese è in ginocchio e Berlusconi ha le sue televisioni così come le coop continuano ad avere il diritto di un trattamento fiscale di favore (leggasi meno tasse !) e l’unico collante sono le petulanti parole diNinnolo: Se cado io tornate al Governo nel 2060.
    Sempre troppo presto !

  4. Colval said

    La crisi di Governo arriva dopo l’aumento della spazzatura che da Napoli vogliono sia mandata al resto d’Italia Un caso? Direi di no ditemi voi se non è tutto chiaro! Riflettete, gente, riflettete…

  5. Anonymous said

    LE COOP PAGANO LE TASSE COME LA COMPAGNIA DELLE OPERE, LEGGI COMUNIONE LIBERAZIONE,+ DELLA CHIESA O DEL VATICANO, LEGGI SERVIZI COMUNE DI ROMA O ITALIANI.

  6. Anonymous said

    siete solo dei comunisti idioti……viva Dio!!!!

  7. Anonymous said

    dal fUori vedono l’italia come il paese che caccia via dalla sapienza il papa, per paura delle sue parole…per l’immondizia di napoli….per il caso mastella e moglie, accusati di niente, solo per essersi messo contro la magistratura e prodi.E accusati da un magistrato colluso, pronto per andare in pensione dopo una settimana…!!!!
    MI SMENTISCA CHI HA IL CORAGGIO!!!!

  8. Anonymous said

    AL POSTO DI MANDARE ALLA FORCA IN PIAZZA I FROCI….LI PREMIAMO COL GRANDE FRATELLO…..
    CHE SCHIFO L’ITALIA COMUNISTA CHE ABBIAMO CREATO!!!!!

  9. Anonymous said

    da post come questi si capisce quant’è bella la demo-anrachia della rete: troiate a tutta carica, insulti come se piovesse, oracoli da strapazzo… che cosa schifosa, la massa starnazzante… studiate bestie, e guardate meno tv

  10. Anonymous said

    io non capisco perchè le persone urlano via internet insulti ai comunisti. Siamo in un momento storico di grande sbandamento e destabilizzazione, questo anche grazie a molti politici italiani che non fanno gli interessi dei cittadini. Secondo me voi che insultate così facilmente siete confusi e offuscati e non sapete cogliere le informazioni e le notizie. Anche secondo me un pò più di studio e di umiltà non vi farebbe affatto male.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: