Per tutto il resto

December 18, 2007

Stola in velluto rosso con decorazioni gialle, 1.000 euro, con xxxxxxCard.
Crocifisso in oro zecchino con pendaglio, 3.700 euro, con xxxxxxCard.
Scarpe in camoscio rosso, 450 euro, con xxxxxxCard.
Migliaia di africani che schiattano di AIDS non hanno prezzo…
Ci sono cose che non hanno prezzo.
Per tutto il resto, c’è xxxxxxCard.
Advertisements

25 Responses to “Per tutto il resto”

  1. Imperfections said

    Andasse a lavorare…

  2. Anonymous said

    insisti con questo sarcasmoo sul papa
    non è molto divertente, è una figura che è un punto di riferimento per molti deboli e questa ironia li offenderebbe
    ci sono altri nemici al mondo contro cui scagliarsi, la poverta la miseria l’egoismo la guerra ma tu non fai mai dei post su tutto questo
    sei ossessionato dal papa che invece è un grande
    riflettici

  3. Thomas Bernhard said

    Clericard?

    ps: che il papa sia un grande non ci piove, il fatto è che è un grande stronzo.

  4. Anonymous said

    grande??? il papa???
    più che papa direi PAPPONE.

  5. Knulp said

    grande post!

    Ma dico, con quell’anello da mezzo quintale al dito, come si permette di dire che dobbiamo (noi) pensare ai poveri?
    Qualche tempo fa è andato a trovare i malati di non so quale ospedale in Roma. Il cameramen faceva questo splendido giochetto: inquadrava in primissimo piano la mano inanellata per 4-5 secondi, e poi allargava l’inquadratura fino al papa che metteva la mano sul letto dell’ammalato. Per portargli conforto, certamente. Ma l’anello fa davvero impressione. Per il cattolico del secondo post: ma è questo l’insegnamento di cristo? Spiegami un po.

  6. Alexnoir said

    E penso a tutti (tanti) i *pirla* che farebbero molto più volentieri un’offerta per la veste nuova al papa piuttosto che per un pasto decente ai profughi di tutte le guerre…
    Vabbè, sorvoliamo.
    A.
    PS sorry per il doppio commento, ma i typo del primo erano improponibili

  7. Anonymous said

    Continuate a sparare sulla Croce Rossa, continuate…

    Guardate gli anelli del papa… sono patrimonio storico del Vaticano, non del papa in carica…
    Dovrebbero venderli, secondo voi?
    E’ come se voleste vendere ai giapponesi il Cenacolo di Leonardo per abbattere il debito pubblico italiano.
    Ma che mizzega state dicendo???
    Sveglia!!!

    Voi invece, a parte parare, cosa fate di concreto per i poveri e i malati del globo???

    Saluti.

  8. narcomatra said

    Grande!

  9. Simone said

    secondo me 450 euro per le scarpe sono pochi.

  10. darkzero said

    @anonimo:

    Ma io non capisco: c’e’ uno (metilparaben) a cui il Papa sta sul culo, e vuol farlo sapere sul suo blog spiegando il perche’ ed il per come.

    Tu per che diavolo devi scassare le palle dicendo che fa male? Come se io me ne andassi sul blog di qualcun altro a dirgli che sbaglia a parlar male di quello che ritiene negativo o a parlar bene di quello che ritiene positivo.

    Fatti una sana forchettata…

  11. Bleek said

    Cazzo…
    thomas bernhard mi ha battuto sul tempo…

  12. Anonymous said

    semplicemente sublime, alessandro, sei un grande. All’anonimo delle 18.18 (ma chi lo costringe ad entrare qui e a leggerti? Una nuova forma di masochismo pretale?) rispondi tu o lo faccio io? Fabius

  13. Anonymous said

    Sublime, Alessandro, semplicemente sublime… Sei un grande, senza i 10 minuti dell’intelligenza che c’è nel leggere il tuo blog e le tue argute chiose sarei meno “ricco”, ogni giorno… Piuttosto all’anonimo di prima rispondi tu o io? Ma poi chi lo obbliga a venire qui (è sempre lo stesso, per me, come quello che elogia Sgreccia…) e leggerti? Sarà nata una nuova forma di masochismo pretale?

  14. Andrea said

    Beh, se uno ti sta sul culo, hai tutto il diritto di fartelo stare…
    Ma inventarti un sacco di fregnacce e sputtantarlo tre/quattro volte al giorno con discorsi da bambini delle elementari forse non è proprio il massimo…

    Va beh, ma se vi divertite così…

    Inoltre, essendo un blog aperto a tutti, il minimo è aspettarsi che qualcuno che vuol dire la propria opinione lo faccia.
    Se no chiudetevi in una stanza e beatevi delle vostre idee!!!

  15. Leilani said

    Che gli africani siano messi piuttosto male, è un dato di fatto e non una fregnaccia.
    I preservativi, quando ci sono, vengono usati, lavati e riutilizzati, diventando addirittura pericolosi perchè c’è chi crede di essere protetto quando non lo è… il che è piuttosto indicativo rispetto al grado di istruzione e preparazione della gente che vive laggiù.

    Probabilmente, se la piantassimo di esportare armi da mettere in mano ai guerriglieri e iniziassimo a esportare cultura senza l’irrazionale terrore che l’educazione sessuale porti al degrado morale contribuiremmo a risollevare la situazione.

    E anche supportare l’emancipazione femminile tanto male non farebbe.

  16. fab said

    forse non è proprio in tema, ma mi permetto di segnalare (se non lo conoscete già) questo interessante blog: http://antonellarandazzo.blogspot.com/
    Leggere l’ultimo articolo postato è stato come prendere un pugno nello stomaco.
    Aprofitto per ringraziare Alessandro che, silenziosamente, seguo ogni giorno da qualche mese a questa parte.

  17. Pippo said

    Se non vado errato, al predecessore del Soggetto raffigurato nell’îllustrazione di questo formidabile post di inarrivabile intelligenza, hanno sparato addosso in piazza San Pietro anche perchè portava quell’anello.
    Il Soggetto stesso è a capo di una organizzazione che invia in tutto il mondo, sopratutto quello definito terzo, qualche migliaio di uomini e donne che senza compenso alcuno, erigono scuole, ospedali, e centri di assistenza e li fanno funzionare anche a costo della vita (curano anche gli ammalati di AIDS).
    Anche altre organizzazioni chiamate Cristiane, sebbene non Cattoliche e in minor misura, fanno le stesse cose.
    Non mi risulta che ci siano organizzazioni laico-ateo-relativiste o Metilparabeniste che facciano altrettanto.
    Per farvene un’idea, andate a fare un giretto da quelle parti e restateci per qualche mesetto non soggiornando in confortevoli Alberghi o partecipando a safari organizzati ma vivendo assieme a chi, da quelle parti, è costretto a viverci.
    Per quanto riguarda l’AIDS, faccio presente ai dotti Metilparabenisti che la filosofia Ebraico-Cristiana, della quale il Raffigurato e uno dei più autorevoli depositari, prescrive da ca 5000 anni il solo rimedio efficace che a tutt’oggi esiste contro di esso:
    il sesto comandamento.
    Vorrei anche che essi mi spiegassero perchè un cittadino Cattolico convinto che osserva il suddetto comandamento deve pagare costosissime spese di cura ai supereroi che vanno a fare vacanze erotiche in Tailandia o in Africa e dopo aver contribuito alla sua espansione in ambito locale, una volta tornati, provvedono a diffondere l’AIDS che hanno contratto, anche tra noi con le relative conseguenze (sempre a carico del cittadino di cui sopra).
    Cari Metilparabenisti: anche voi appartenete alla schiera di quei superuomini che, oltre a pretendere di insegnare agli altri cio che essi non sanno fare, esigono pure perentoriamente che gli altri facciano ciò che essi si guardano bene dal fare.
    Visto l’andazzo attuale, nel malauguratissimo caso veniste a trovarvi in condizioni “terzo Mondiste”, gli inviati del Soggetto dell’illustrazione potrebbero essere i soli in grado di porgervi una scodella di minestra offrendovi così l’opportunità di mangiarla o di sputarci dentro.
    E non dimenticate che gli stessi potrebbero essere anche oggi i soli in grado di offrirvi, in extremis, un letto, in caso tornaste malconci da qualche vacanza erotica.

  18. aleG said

    pippo:
    “faccio presente ai dotti Metilparabenisti che la filosofia Ebraico-Cristiana, della quale il Raffigurato e uno dei più autorevoli depositari, prescrive da ca 5000 anni il solo rimedio efficace che a tutt’oggi esiste contro di esso: 
il sesto comandamento”
    E si vede con quali risultati. Un sacco di gente è morta e muore grazie a questa idiozia che hai addirittura il coraggio di menzionare. Complimenti.

    “Vorrei anche che essi mi spiegassero perché un cittadino Cattolico convinto che osserva il suddetto comandamento deve pagare costosissime spese di cura ai supereroi che vanno a fare vacanze erotiche in Tailandia o in Africa e provvedono a diffondere l’AIDS anche tra noi (sempre a carico del cittadino di cui sopra)”

    Ari complmenti. Grande esempio di carità cristiana e perdono evangelico. Proprio vero quello che diceva Ernesto Rossi: quando la Chiesa parla di alti valori spirituali gratta gratta trovi la roba, i soldi, perché quelli davvero le interessano. Caro pippo, ne hai dato un luminoso esempio. Quanto al cittadino convinto che rispetta questo comandamento, è un problema suo e solo suo (davvero un problema direi).

  19. IL LIBERTARIO said

    QUESTO QUA NON è BUONO NEMMENO PER LA DANZA DELLA PIOGGIA

  20. spad85 said

    Quote da Pippo:
    “Non mi risulta che ci siano organizzazioni laico-ateo-relativiste o Metilparabeniste che facciano altrettanto.”

    Forse dovresti informarti meglio…

  21. Pippo said

    Per Aleg
    Accidenti di questo non me ne sono mai accorto: vorrei che qualcuno mi spiegasse perché la fondamentale fedeltà sessuale reciproca tra i coniugi o no, che è lo scopo del 6° comandamento, è talmente micidiale da provocare la morte di un sacco di gente.
    Ho festeggiato quest’anno ile nozze d’oro, sono sempre stato fedela a mia moglie che mi ha dato tre figli, lo stesso hanno fatto i miei vecchi e tanti conoscenti, molti hanno avuto figli ma non mi risulta che abbiamo provocato la morte di un sacco di gente.
    L’osservanza o meno del 6° comandamento è un problrma strettamente personale ( come quella di qualsiasi codice o norma) fino a quando la sua inosservanza non provoca danni agli altri. In questo caso diventa un problema collettivo al quale una società come si deve e obbligata a porre rimedio in qualsiasi modo e possibilmente non pagato da chi, Cattolico o no, non si comporta in modo da mettere in pericolo la salute altrui per soddisfare i propri sfizii esotico- erotici
    Una volta i sospetti di infezione o gli infettati, venivano messi in quarantena.
    Nel caso AIDS purtroppo la quarantena non basta.
    Caro Aleg come Cattolico, ritengo mio dovere personale assistere, aiutare, curare chiunque, compreso un ammalato di AIDS, secondo le mie capacità e possibilità.
    Come cittadino che deve rispondere della salute di chi è affifdato alle sue responsabilità la faccenda cambia: devo fare tutto quanto sia possibile per proteggerla.
    E non è ignorando le responsabilità che i vacanzieri erotici hanno nella diffusione della malattia che si danno esempi di “carità Cristiana e di perdono evangelico”.
    (Mia figlia Medico le può dire qualcosa).
    Le auguro comunque che sua figlia, se ne ha una, non si trovi mai a subire le conseguenze derivate da contatti con qualche reduce da vacanze erotiche.
    È successo tra marito e moglie (lui non aveva osservato il 6° comandamento) , può succedere tra amici o fidanzati (che se lo mettono sotto i piedi).
    In ogno caso le devo un sentito ringraziamento: con in suo commento lei ha confemato parola per parola quanto ho esposto nel mio commento del 20/12 – 18.30Auguri: signor Aleg

    Caro Spad85 me lo dica lei quante sono, cosa fanno e da chi sono dirette.

  22. aleg said

    Caro Pippo, parto dal fondo, e cioè dalle “organizzazioni laico-ateo-relativiste” che non le risultano esistere. Per evitarle figuracce nel caso lei tiri fuori una frase del genere in un contesto di persone normali la informo che sono ci MOLTISSIME associazioni e ong laiche che operano nel terzo mondo a tutela dei deboli e che non rispondono al Vaticano, alcune MOLTO FAMOSE (emergency, medici senza frontiere, save the children, wateraid) più una moltitudine che lei neanche immagina; anche tutte le agenzie legate all’ONU che operano in tal senso (FAO, UNICEF, Unhcr e altre) si rifanno alla (laicissima) Convenzione dei Diritti dell’Uomo e non ai dieci comadamenti. Cortesemente, non diciamo castronerie; almeno, non così enormi.

    La informo anche della non recente invenzione di uno strumento, chiamato PRESERVATIVO; è un coso che si mette sul pene quando si fa l’amore e che permette di svolgere una felice e consapevole attività sessuale in piena sicurezza. La informo anche del fatto che al mondo ci sono mille usanze, religioni, culture diverse, e che provare a imporre il modello familiare occidentale monogamico (così fragile anche da noi) in comunità così distanti dalla nostra è un’assurdità. Fare quello che fa e ha fatto la chiesa cattolica, ostacolando con grande forza e purtroppo con successo la diffusione dei contraccettivi è una errore criminale che ha condannato milioni di persone alla miseria e alla fame (data la sovrappopolazione) e all’Aids. Il tutto insistendo sulla chimera della castità e della monogamia, che è ridicolo e ipocrita tentare di imporre in paesi che hanno culture molto diverse dalla nostra. Già da noi fanno fatica perfino i preti ad esser casti…

    Quanto ai suoi esempi personali, mi congratulo (sinceramente) con lei per la sua vita affettiva; ci tengo a dirle che invece io ho fatto sesso con molte ragazze nella mia vita, ne ho tratto arrIcchimento, piacere ed amore (tutte in Italia, non conosco personalmente nessuno che faccia “vacanze sessuali”; lei forse si, dato che le nomina sempre). In tutto questo sono sanissimo e sereno e così anche tutte le mie ex compagne: il tutto disattendendo i 10 comandamenti, dei quali non mi interessa nulla. Cio’ nonostante mi sento pronto ad offrire il mio aiuto a chi è in difficoltà, anche se non condivide la mia visione della vita, senza se e senza ma, nel limite delle mie possibilità; dalle sue parole lei non mi sembra altrettanto pronto. Ma potrei sbagliarmi.

  23. Pippo said

    Alcune sono valide, altre sono famose anche per altre cose, per come le fanno, per i risultati che ottengono e per quanto costano.
    Sono senz’altro laiche ma che siano atee per definizione sarebbe da dimostrare.
    Per quanto riguarda i comandamenti spero che le interessi almeno il quinto e, se malauguratemente avesse a che fare con un tribunale, anche l’ottavo e che gli altri, nei suoi riguardi, osservino il più possibile il settimo.
    Per il resto, lei si sente pronto invece a me è capitato di farlo e l’ho fatto, entro i miei limiti, solo come uomo, non solo qui e con degli esseri dei quali non ricordo altro che l’indubbia appartenenza alla razza umana e le confermo i miei ringraziamenti per una nuova validissima conferma ad entrambi i miei commenti a questo e anche a quello al post “Nostalgia Canaglia(Reprise)”.
    Se li rilegga bene.
    E con questo ho terminato.
    E ancora Auguri. Signor Aleg

  24. aleg said

    Termino anche io e le faccio gli auguri. Tengo solo a ribadirle che non mi interessano affatto i comandamenti: mi interessano i codici e le leggi del mio stato, e cioè lo stato italiano, alcune fonti normative (ad esempio la già citata Dichiarazione Universale dei diritti dell’uomo) e soprattutto la mia coscienza etica di uomo libero. I comandamenti non mi interessano, tra l’alto anche per manifesta inefficacia (basta vedere la gente sterminata, in Texas come in Iraq, dal devoto Bush- altro che quinto comandamento).
    Saluti.

  25. boga said

    Uhm…secondo me il crocifisso raggiunge anche i 4000.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: