L’ora di segregazione

November 29, 2007


Dal messaggio della CEI in vista della scelta di avva­lersi dell’insegnamento della religio­ne cattolica nell’anno scolastico 2008/­2009:

Il favore di cui gode in Italia l’insegna­mento della religio­ne cattolica ci riempie di gioia: esso costituisce un seme fecondo, desti­nato a portare frutto non solo nella comunità ecclesiale, ma per il bene dell’intera società italiana.

Dalla Repubblica di oggi:

In Liguria uno studente oltraggiato con la scritta “gay” e una svastica sulla schiena durante l’ora di religione.

Per essere fecondo, il seme, è fecondo.
Si tratterebbe di farsi un paio di domande sui frutti, ma insomma, perché sottilizzare?

3 Responses to “L’ora di segregazione”

  1. Leilani said

    … fecondo è fecondo.

  2. medita partenze said

    Beh, certe pratiche favorite sono di per sé infeconde … 🙂

  3. Anonymous said

    certo che assimilare cristo e nazismo, dato l’uso di quell’immagine, fa denotare principalmente una cosa: sei un po’ confuso (o ignorante)

    si dovrebbe sapere che crisitianesimo e cattolicesimo non sono propriamente la stessa cosa

    LineadiSenso

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: