A peso morto

September 12, 2007

Il sindaco di Sant’Ambrogio Bruno Allegro esprime il suo parere sui disabili:

Persone sfortunate, che vivono con delle difficoltà. Ma meglio essere sfortunati una sola volta nel momento dell’incidente e morire, senza così pesare sull’economia della società.

In relazione a quanti pesano sulla società parlando a vanvera pur senza aver subito incidenti, il sindaco non ha invece ritenuto di esprimersi.

6 Responses to “A peso morto”

  1. Anonymous said

    Meglio morto che Bruno Allegro.

  2. poldone said

    ma chi e’? borghezio 2.0?

  3. alessandro said

    io lavoro con i disabili e ho la netta snsazione che sia l’unico a dire ciò che tanti, purtroppo, pensano…
    comunque ingiustificabile!

  4. samuelesiani said

    Il sindaco non si è reso conto della fascia che indossa quando ha parlato. Ha comunque cercato di recuperare la gaffe dicendo che parlava a livello personale e se fosse successo a lui. Non ne farei un caso, comunque. Talvolta si dicono fesserie senza necessariamente pensare a mo’ nazista.
    In più si è trovato tra il pubblico una campionessa paraolimpica…

  5. mauro said

    Giustissimo questo post, tanto che te l’ho evidenziato in homepage di TQV (come quello su Bertinotti).

    Però molti tra coloro che si scandalizzano quando sentono certe frasi riferite a un disabile un po’ cresciutello, non trovano niente di strano nell’usare gli stessi concetti per giustificare la soppressione di un bambino con handicap nel ventre della madre.

    Ma l’unica differenza tra un feto e un neonato è quantitativa, non qualitativa. E’ ovvio che sempre di esseri umani si tratta (che altro?).

    Purtroppo l’ideologia utilitarista – oggi dominante – considera le persone difettose “un peso” per la società. Ha ragione alessandro a sostenere che in tanti pensano quello che il sindaco ha detto.
    La conseguenza è che quando l’handicappato è ancora abbastanza piccolo e “nascosto” agli occhi dei più (formalmente ancora senza diritti civili) viene naturale la tentazione di disfarsene.
    Ma così si certifica proprio che è meglio essere soppressi piuttosto che nascere con un handicap. Allora perché scandalizzarsi del sindaco?
    Perché dicendo la verità ha gettato un’ombra inquietante sulla vicenda Welby e sulla propaganda radicale pro-eutanasia… ah, ecco…

  6. Metilparaben said

    @anonimo-> già…

    @poldone-> considera che credo sia dei DS…

    @alessandro-> comunque, sì!

    @samuelesiani-> ecco…

    @mauro-> mi sembra un ragionamento un po’ capzioso, onestamente…

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: