Un post sprecato

May 14, 2007

Piero Fassino sul Family Day:

«Da San Giovanni arriva una domanda di maggiore attenzione alla famiglia e ciò non è in contrasto con il garantire diritti ai conviventi, sia eterosessuali che omosessuali».

Ora, Onorevole Fassino, io sono disponibile a prendere in considerazione l’opinione di chiunque, tanto da prendermi la briga di scrivere quattro righe perfino su chi va dicendo che l’omosessualità è una devianza, che i gay andrebbero garrotati, che le unioni di fatto riflettono smanie effimere e capricciose; mi rifiuto, tuttavia, di considerare un interlocutore accettabile chi, come Lei, si ostina a offendere con ogni mezzo possibile la mia intelligenza.
Sappia, Onorevole Fassino, che la supponente disinvoltura con cui Ella ciurla nel manico non meriterebbe neanche tre righe di commento messe in croce.
Ed è davvero mortificante, mi creda, il fatto che per comunicarglielo sia indispensabile sprecare un post.

Advertisements

16 Responses to “Un post sprecato”

  1. Marino said

    Povero Fassino, soffre di quel mal sottile che ha preso tanti ex comunisti i quali per una vita avrebbero voluto essere democristiani e ora che potrebbero, se ne vergognano… Si decidessero una volta per tutte a saltare la staccionata e sfogare tutta sta voglia reazionaria che hanno nello stomaco! (si sente che mi sono rotto?)

  2. Unaperfettastronza said

    non sopravvalutare e piuttosto attendere?

  3. Alfredo said

    Ma cosa volete tirar fuori da uno che si è formato dai Gesuiti !
    Questo neo e decadente togliattismo è veramente deprimente! Caro Marino, il salto della quaglia l’hanno bell’e fatto: da Stalin a Razzy…sempre a casa sono.

  4. Alessandro Capriccioli said

    @direi di sì.

    @1ps-> è un buon punto di vista.

    @alfredo-> già…

  5. Finazio said

    Ben detto. Fassino non vede l’ora di morire democristiano e magari essere sepolto in una chiesa, come uno qualunque della banda della magliana.

  6. ILLAICISTA said

    Ma le parole di Fassino non fanno che rispecchiare la natura del PD: un tentativo patetico di conciliare l’inconciliabile, di rendere compatibili l’assolutismo etico con la democrazia, un ossimoro fatto partito.

  7. Adriano said

    Mi sembrano tutti commenti un pò troppo severi. Quello che dice Fassino in quelle due righe mi pare altamente equilibrato e per nulla scontato. Forse non ve ne siete accorti ma le persone che circolano in questo blog non rappresentano un campione dell’Italia! L’Italia è di destra, clericale, razzista e omofoba…E’ VECCHIA!!! E i vecchi non vengono in internet ma seguono VESPA E MENTANA. Vedono nell’omosessualità una malattia dei nostri giorni, una devianza. Hanno paura dello straniero che gli stupra la figlia, gli ruba in casa, vende droga al loro figliolo (non è il coione che se la compra). Ascoltano la voce del prete. Credono che la cannabis possa uccidere mentre l’alcol se sei un uomo lo sai sostenere. Si lamentano delle raccomandazioni ma la chiedono per i propri figli. Si lamentano della gestione politica dell’Italia ma alle urne votano sempre gli stessi. Aspettiamo tre generazioni: che muiano i nostri padri, noi e i nostri figli e forse i nostri nipoti potranno dire con condizione di causa leggendo una dichiarazione come questa…Cazzo ti sei sbilanciato!!!

  8. Dyotana said

    Se la destra è vecchia, e lo è, la sinistra non è giovane.

  9. Dyotana said

    Mi dissocio, comunque, dalla marea di ca**ate che hanno scritto quegli imbecilli.

  10. Alessandro Capriccioli said

    @finazio-> parole (per l’appunto) sante.

    @illaicista-> parole sante 2 (reprise).

    @adriano-> concordo sulla situazione del paese, ma non sull’opportunitàù di attendere tre generazioni.

    @dyotana-> mi pare un arrivo al fotofinish.

    @dyotana2-> lo credo bene. 😉

  11. Joe Silver said

    «Da San Giovanni arriva una domanda di maggiore attenzione alla famiglia e ciò non è in contrasto con il garantire diritti ai conviventi, sia eterosessuali che omosessuali»

    Ok, se Fassino avesse detto: “Da San Giovanni arriva una domanda di maggiore attenzione alla famiglia e non un’opposizione al garantire diritti ai conviventi, sia eterosessuali che omosessuali”, si potrebbe concludere che Fassino vive sulle nuvole o ci prende in giro.

    Ma poiche’ il senso complessivo della frase e’: “Da San Giovanni arriva una domanda di maggiore attenzione alla famiglia a cui voglio dar risposta senza per questo negare diritti ai conviventi”, direi che il post risulta davvero sprecato, in quanto basato su un fraintendimento. 🙂

  12. Alessandro Capriccioli said

    Non credo. Fra un totalitarismo e una richiesta di libertà un leader della sinistra dovrebbe scegliere. Non dare un colpo al cerchio e uno alla botte.

  13. Joe Silver said

    Cosa sarebbe totalitarismo? Una politica di maggiore attenzione alla famiglia? Senza negare i diritti dei conviventi?

  14. Alessandro Capriccioli said

    Non prendiamoci in giro, ti dispiace? La folla di piazza San Giovanni era là per dire no al riconoscimento delle unioni di fatto, in special modo quelle omosessuali. Cercare di imporre a tutti un proprio punto di vista, consistente nell’idea che gli omosessuali siano dei deviati, impedendo che certi soggetti conseguano dei diritti che l’articolo 3 della costituzione garantirebbe loro, è totalitarismo. Leggi l’elenco delle associazioni che erano in piazza e dai un’occhiata al loro sito web: goditi quello che dicono sugli omosessuali e riparliamone.
    Di un leader della sinistra che non combatte esplicitamente una simile intolleranza mi vergogno.
    Se poi vogliamo far finta di credere alla fandonia secondo cui a San Giovanni c’era soltanto una massa di gente che chiedeva politiche familiari, facciamolo pure. Ma chiudiamo i blog e raccontiamocelo al ber, che è meglio.

  15. Joe Silver said

    Non ti sto prendendo in giro. So benissimo che il Family Day e’ stato organizzato solo per opporsi ai DiCo e riunire i cattolici oltranzisti attorno alle gerarchie ecclesiastiche.

    Detto questo occorre anche un po’ di senso pratico, soprattutto quando il tuo governo rischia di cadere ad ogni passo per il voto contrario di un senatore a vita o quando dipendi dai capricci di Mastella e della Binetti.

    Certo, poi si puo’ anche fare muro contro muro, mandare tutto a puttane e lasciare che i veri “laici liberali” della cosiddetta “casa delle liberta'” tornino al potere.

    Al di la’ di tutto quello che si puo’ dire (a ragione) su Fassino, sul progetto del Partito Democratico, sull’inconsistenza della sinistra ecc., quella frase virgolettata dice esattamente questo: “Attenzione, non ho intenzione di fare marcia indietro sui DiCo”.

    Rileggi e analizza il senso di quella frase: c’e’ un contrasto tra l’allargamento dei diritti ai conviventi etero e omo e una politica piu’ attenta alle esigenze delle famiglie? La risposta di Fassino, la risposta ovvia, e’ no.

    Cosa avrebbe dovuto dire secondo te? “Siete una massa di fascisti ipocriti e intolleranti baciapile, andate a quel paese”?

    Si’, sarebbe stato bello, sarebbe stato degno di una standing ovation da 90 minuti di applausi. Ma – a parte il fatto che Fassino non lo avrebbe mai detto – allo stato attuale ogni parola non dosata rischia solo di far precipitare le cose.

  16. Alessandro Capriccioli said

    Capisco il tuo punto di vista. Ma il punto, secondo me, è un altro: se a forza di mediazioni tese a non mandare al governo la destra si finisce per governare come la destra stessa, non se ne viene fuori. Non sarà che la politica è sempre più lontana dall’idea di difendere e spiegare le proprie posizioni e sempre più vicina alla pedissequa lettura dei sondaggi?

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: