Sensualità celestiale

January 5, 2007

Commentando il codice morale sessuale della Chiesa mi ero imbattuto nel parere del teologo Sanchez, che considera la masturbazione un orribile sacrilegio se l’oggetto del desiderio è la beata Vergine Maria: in quella occasione affermai che un simile pensiero poteva passare per la testa solo a un prete, e che nessun altro, per quanto pervertito, avrebbe potuto considerare una fantasia del genere anche vagamente erotica.
La lettura di una notizia sulla Stampa di ieri mi dà l’occasione di ricredermi e di chiedere scusa, sia pure a malincuore, al buon Sanchez.
Io quando sbaglio lo ammetto.

One Response to “Sensualità celestiale”

  1. Anonymous said

    sacro, profano…sacrilego non sacrilego….non è un po’ difficile dare un giudizio? si forse un parere, ma alla fine tutto dipende dai punti di vista e dalle posizioni di partenza…io non giudico mai cerco di capire cosa ci sta dietro, ma credo che sia tutto molto relativo..è bella però l’umiltà di riconsocere i propri errori e mettersi in discussione fa crescere.
    Morghy

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: